FASI FINALI NAZIONALI CSI 2017-2018

27 giugno 2018

L’avventura dei gruppi Under 16 ed Under 18 a Cesenatico per le finali nazionali CSI inizia sabato 23 giugno 2018 con l’accredito della squadra e la cerimonia di apertura presso EuroCamp. Il primo giorno di gare è domenica 24 giugno ed il programma è già piuttosto denso con la U18 che sarà impegnata in 3 gare e la U16 in 2 gare per il primo girone eliminatorio.

La giornata ha il via al palazzetto di Bellaria con la U18 impegnata nell’esordio contro la Nuova Pallavolo Arzano di Napoli. Primo set piuttosto combattuto con le napoletane ordinate e le mestrine che si lasciano andare a qualche errore di troppo. L’attacco in veloce delle mestrine è pero devastante sulla difesa napoletana che tracolla ed il primo set si chiude 25/22 per le venete. La ripresa dei giochi è ben più convincente e le mestrine conducono con autorità mostrando a tratti anche un buon gioco con i parziali che vengono fissati sul 25/13 ed il 25/12. Con i primi punti nel sacco la spedizione si può concentrare sull’esordio della U16 impegnata al Marie Curie contro la squadra campana del CSI Club Asd. Partita tendenzialmente condotta con autorità dal gruppo U16 e vinta sul campo 3/0 ma un errore sul referto al secondo set impone la necessità di rigiocare la gara come da decisione della commissione gare CSI quindi match nullo e tutto da rifare in serata, esattamente alle ore 21.00.

Il pomeriggio di domenica si apre con il big match della U18 contro la squadra trentina di Levico Terme. Le trentine partono bene e conducono autoritariamente fino al 10/7. Venezia insegue con il sistema difensivo che cresce di palla in palla. Sul 10/10 un paio di difese spettacolari infiammano la gara con le mestrine che crescono esponenzialmente colpendo azione su azione le avversarie. I laterali sono inarrestabili, Salvagno e Dammaggio mettono giù un attacco dietro l’altro e la linea di difesa completata da Zanchi e Lama regge. Il primo set si chiude 25/15 per il Terraglio. Secondo set sulla falsa riga del primo con Trento che cerca di tenersi in partita sfruttando qualche errore di troppo in servizio delle mestrine ma quest’ultime continuano a difendere davvero l’impossibile (va sottolineata la prova davvero autorevole del libero Lama Kezia), e contrattaccano con continuità. Il secondo parziale si chiude 25/20 per il Terraglio. Terzo set condizionato dai risultati precedenti, le mestrine conducono autorevolmente senza regalare nulla all’avversario ed il risultato finale è fissato sul 25/13.

DSC_8585

La U16 al Marie Curie affronta il Volley Vallesabbia Brescia, squadra al momento in testa al girone dopo il successo con Aversa. Partita combattuta tra due squadre dai valori equivalenti; le mestrine sono ordinate in campo e rispondono con costanza agli attacchi bresciani. Il set prosegue sulla linea dell’equilibrio fino a 19 quando le bresciane allungano complici un paio di errori in ricezione delle mestrine. Quest’ultime però non mollano e completano la rincorsa alle avversarie portandosi sul 23 pari. Subita la rimonta le bresciane sentono il colpo e la nostra U16 riesce a chiudere il set 25/23 portandosi sul 1/0. Secondo set sulla falsa riga del primo ed una situazione di sostanziale equilibrio che persiste per tutto il set. Qualche errore di troppo in fase di ricezione regala il vantaggio alle bresciane che ne approfittano portando a casa il set 25/23. Il terzo set è un disastro per le mestrine che in pratica non rientrano mai in campo. Brescia domina in lungo ed in largo chiudendo 25/12 ed aggiudicandosi il parziale e la partita.

Si arriva quindi ai turni serali della prima giornata, a Bellaria la U18 gioca contro la Pol. Pegaso Reggio Emilia e la partita si mette subito bene per le nostre ragazze che riescono ad essere molto incisive e costanti in servizio mettendo in difficoltà le avversarie. 25/14 25/15 25/18 e per le mestrine arriva il terzo successo della giornata che le tiene a punteggio pieno in classifica.

In parallelo a Pisignano di Cervia la U16 è costretta al REPLAY contro il CSI Club Aversa dopo l’errore sul referto della mattina. Ottimo l’approccio delle nostre ragazze che reggono in difesa con costanza e colpiscono la difesa avversaria con precisione complice una buona prestazione di Brianese e Sambo in banda coadiuvate da un’ottima prova in regia del duo Morandini / Pedrinelli. Il primo set si chiude 25/21 per il Terraglio che sulle ali dell’entusiasmo intensifica la pressione sull’avversario ed allunga subito nel secondo parziale mantenendosi costantemente in vantaggio. Il 25/10 finale è una vera e propria prova di forza con il Terraglio che nonostante la stanchezza macina gioco ed arriva alla conquista anche del terzo parziale (25/15).

Con 3 partite nelle gambe per squadra finalmente si chiude la giornata e si può pensare a recuperare le forze in vista della seconda giornata di gara.

Lunedì 25 Giugno si comincia con la U16 al Marie Curie di Savignano sul Rubicone impegnata contro la squadra Ligure di Alassio. Le nostre ragazze rinfrancate dal risultato nel Replay contro Aversa appaiono molto coese in campo ed in buona forma. Il nostro gioco in veloce colpisce con costanza la difesa ligure e nonostante un sostanziale equilibrio che persiste fino al 20/20 riusciamo a distanziarci con un’ottima rotazione in servizio di Vianello che ci porta in vantaggio 23/20. Le liguri non mollano ma la correlazione muro/difesa mestrina è precisa ed il set si chiude 25/22 per il Terraglio. Il secondo ed il terzo parziale appaiono da subito meno combattuti con le liguri in difficoltà sull’efficace servizio mestrino. 25/15 e 25/17 sono i risultati finali dei set e le mestrine si portano a casa 3 preziosi punti per la classifica in attesa del big match pomerdiano con Catania.

Il pomeriggio si apre con la U18 impegnata contro le romane del Volley Allumiere al Marie Curie, campo che ricorda eventi funesti dell’edizione CSI 2017 per la nostra compagine. Le romane si dimostrano da subito avversario ostico, hanno nella difesa il loro fondamentale migliore e le nostre ragazze faticano a mettere giù il pallone. Il campo poi non aiuta, il poco spazio a disposizione per il servizio limita la performance dei nostri battitori e le romane ricevono con precisione portando tutti gli scambi come minimo a 2/3 rigiocate. Nonostante le difficoltà le mestrine mantengono il vantaggio iniziale e riescono a chiudere 25/18 il primo set. Stessa musica il secondo set con l’equilibrio tra le parti che persiste fino al 12/12 quando le romane hanno un vero e proprio black-out che consente al Terraglio di allungare e chiudere 25/17. Il terzo set è combattuto palla su palla con le romane che cercano di agguantare il punto per la loro classifica. Le mestrine nonostante una palese stanchezza nelle gambe di qualche elemento riescono a rispondere punto su punto. Un’ottima rotazione in servizio di Sbeghen ci porta sul 18/16 col servizio in mano. Il muro mestrino regge, il duo Premi/Bighin ci regala il 19/16. Si continua a giocare punto punto ma il vantaggio accumulato persiste ed il Terraglio chiude 25/21 conquistando il quarto successo.

Per la U18 è il momento di togliere la veste di “atleta” e trasformarsi in Ultras della Curva visto l’imminente match U16 tra le nostre ragazze ed il Planet Volley Pedara di Catania. Chi vince la partita fondamentalmente sarà sicuro dell’accesso alle semifinali del torneo mentre per la perdente sarà necessario verificare i punteggi dei vari gironi per sperare di passare il turno come migliore seconda. L’approccio della nostra U16 è dei migliori, la difesa ben coordinata dal libero (Tonicello) ricostruisce l’attacco catanese con continuità mentre gli attaccanti danno grande prova di maturità alternando attacchi potenti a piazzate e pallonetti. Il Terraglio gioca in scioltezza, i centrali Busetto e Bacci prima, Morsego poi mettono palla a terra nel campo avversario con continuità ed il servizio mestrino è costante ed incisivo. Il primo set si chiude 25/16 per il Terraglio con Catania che cerca di rimettersi in partita senza però riuscirci. Il risveglio delle sicule è comunque imminente, il secondo set è tutt’altra cosa e si combatte punto su punto in entrambi i campi. Le siciliane sembrano aver preso le misure alla squadra veneta e lo spettacolo per chi assiste alla partita è davvero entusiasmante. La parità persiste per tutto il set, il muro siciliano nega l’affondo decisivo all’attacco veneto ed il punteggio resta in bilico fino al 22/22. Ci pensa un ottimo attacco in parallelo dell’opposto Vianello a portare avanti il Terraglio sul 23/22 ed è la stessa schiacciatrice a forzare il servizio per il 24/22. Catania non molla e riprende il pallone sul 24/23 ma un preciso primo tempo chiude il set sul 25/23 portando il Terraglio sul 2/0. La partita è tutt’altro che finita e le catanesi iniziano il terzo parziale forzando il gioco, vincere il set significa pari merito in classifica e le motivazioni in campo si vedono. La difesa mestrina traballa con qualche errore di troppo rispetto i primi parziali e le catanesi conducono tutto il set lasciando il Terraglio a 18 punti. L’ottima vittoria permette comunque alle venete di passare il turno come prima accedendo direttamente alle semifinali del torneo.

DSC_8731

Si arriva così finalmente alla terza giornata che si apre con la U18 impegnata contro la squadra piemontese dell’ASD Omegna Pallavolo 1988. Partita subito in salita per il Terraglio che si trova ad inseguire un avversario ben schierato in campo che non regala nulla. Il gioco è piacevole e le azioni ricche di rigiocate tra due squadre che probabilmente fanno della correlazione muro difesa il loro miglior fondamentale. L’attacco delle mestrine fatica a fare breccia nella difesa avversaria e Verbania conduce autorevolmente per tutto il set chiudendolo sul 25/19. La reazione mestrina al primo set perso del torneo è immediata, si rischia decisamente di più in servizio e sul terzo tocco cercando di allungare subito il punteggio. Le piemontesi per quanto efficaci in difesa mostrano qualche debolezza a muro e l’attacco in veloce di Latella e Tremante ben assistito in palleggio da Bovolenta prima, Bighin poi è costante ed efficace. Il 25/17 finale per le venete riporta un po’ di serenità al gruppo e sulle ali dell’entusiasmo il terzo set riparte con i centrali (Premi e Tremante) inarrestabili sull’attacco in veloce. Verbania dal canto suo prova a rimettersi in partita forzando l’attacco in banda ma sbattendo in più circostanze sul muro del Terraglio. La seconda fase del set è punto a punto con 5/6 punti di vantaggio costante per le mestrine che si impongono 25/18.

Parallelamente al Marie Curie il gruppo U16 affronta la squadra emiliana dell’ASD Corlo nelle semifinali. Avvio ottimo della squadra veneta che gestisce il gioco con ordine e precisione. La squadra emiliana fatica a prendere le misure all’attacco in banda del Terraglio. Passato il quindicesimo punto guadagniamo 2 lunghezze di vantaggio grazie ad un paio di difese di qualità ben sfruttate dai centrali ed il vantaggio persiste fino al 25/22 finale per il Terraglio. La reazione della squadra di Modena non si fa attendere (le semifinali si giocano al meglio dei 5 set), e persiste una situazione di equilibrio dove prima allunga una squadra, poi l’altra. Il break finale è delle emiliane che riescono a mettere a terra qualche attacco in più rispetto le venete ed il set si chiude sul 22/25 riportando la partita in totale equilibrio. Il set successivo vede la squadra di Modena più cattiva sul piano del gioco con le mestrine inizialmente in leggera difficoltà. Ma quest’ultime ci hanno abituato nel corso della stagione a grandi rimonte ed infatti nonostante lo svantaggio si arriva fino alla parità sul 24/24. Purtroppo però alcuni errori grossolani vanificano la rincorsa e Corlo chiude il parziale sul 25/27 portandosi in vantaggio nella conta dei set. Il Terraglio ha comunque il merito di ripartire il quarto set con entusiasmo e riproponendo il buon gioco fatto vedere ma la formazione emiliana pare aver preso le misure in campo e gioca probabilmente con più serenità rispetto le venete chiamate alla rincorsa. La partita è accesa ma le mestrine, nonostante una battuta efficace che mette in difficoltà la ricezione emiliana, non riescono mai a superare le avversarie concedendo nel finale un paio di palloni di troppo che fanno chiudere il set sul 20/25 regalando la finalissima al Corlo mentre per il Terraglio ci sarà il 3° / 4° posto contro Brescia sconfitta nell’altra semifinale dal Planet Volley Pedara.

Il pomeriggio vuol dire andare alla ricerca del podio, quale gradino dipenderà dai risultati.

Si comincia con la U18 alle 16.00 a Bellaria contro Lodi; per le lombarde c’è il podio in palio e dall’avvio è evidente la fame di punti di quest’ultime. Le nostre mestrine non riescono ad entrare in partita, Lodi è molto unita in difesa e batte con efficacia portandosi subito in vantaggio di qualche punto. Qualche imprecisione di troppo nel servizio mestrino allunga ulteriormente il punteggio ed il set volge a favore delle lombarde. In chiusura di set alcuni primi tempi dei nostri centrali ci avvicinano all’avversario ma nulla di più, si chiude 19/25 con vantaggio LODI. La pausa tra un set e l’altro porta la squadra veneta ad una profonda riflessione… Il Successo di Trento su Napoli comporta un pari merito in classifica ma il Terraglio ha ancora 2 set da giocare; il traguardo è a un passo e non si può sbagliare. Il ritorno in campo ha tutt’altro stile, le venete sono ordinate ed efficaci in ogni fondamentale (come il primo giorno per intenderci n.d.r.) e le lombarde non riescono a frenare la reazione del sestetto veneziano. 25/12 e 25/17 sono i parziali che consegnano la sesta vittoria consecutiva alla U18 Terraglio Volley che chiude imbattuta il torneo con 2 punti di vantaggio sulla seconda classificata (Trento). Quello che segue è festa per il risultato conseguito e per aver chiuso nel migliore dei modi una lunga stagione di lavoro sul campo.

DSC_8856

Ma la festa non può durare troppo perché al Marie Curie la nostra U16 si gioca il podio contro le Bresciane del Vallesabbia nel replay della gara del primo giorno che ci era costata la sconfitta. L’atmosfera è quella del big match col palazzetto gremito e le curve che si sfidano con i cori per spingere la propria squadra verso il successo. La partita è una vera e propria battaglia, nessuno molla di una virgola ed il 23/25 finale ne è logica conseguenza; peccato che a gioire siano le bresciane che si portano quindi in vantaggio. La reazione veneta è prepotente ed efficace, Aldreghetti e Sambo in banda sono imprendibili per il muro bresciano ed il set è un saggio delle capacità tecniche della nostra formazione che si impone autorevolmente 25/18 rimettendo la situazione in parità. La ripresa del terzo set ripropone il Terraglio autorevole in campo con le bresciane in difficoltà ma la seconda fase del set ripropone la situazione di parità del primo con la sfida che si gioca punto su punto, rigiocata su rigiocata con le bresciane ora particolarmente efficaci da posto 4 e le mestrine che sfruttano abilmente l’attacco in veloce del duo Busetto/Bacci. Ci pensa ancora una volta una buona rotazione in servizio dell’opposto mestrino (Vianello) a regalare il break finale al Terraglio che chiude 25/23 portandosi sul 2/1. Il quarto parziale è ancora battaglia, squadre sugli scudi e tanta sofferenza per la curva che in gradinata cerca di spingere le venete verso la vittoria. Brescia conduce per l’intero set, le batterie nelle gambe del Terraglio sembrano finite e l’infortunio ad una delle nostre ragazze durante le ultime fasi del set ci spaventa e preoccupa. Si va al tie-break e ci si gioca il podio ai 15 punti. Brescia è più precisa e meno fallosa inizialmente, Mestre ha il grande merito di provarci in tutti in modi, la palla nel nostro campo non cade mai ed il contrattacco sale di intensità azione dopo azione. Recuperata la parità sul 5/5 le Venete affondano il colpo e scappano verso il successo. 15/9 il finale e 3/2 per il Terraglio. Grande risultato della U16 che migliora il piazzamento del 2017 dopo un torneo di ottimo livello.

DSC_9049

Finalmente si può scatenare la festa per il gruppo U16/U18 che chiude una stagione lunghissima iniziata 10 mesi prima e corredata da lavoro, gioie e qualche delusione. Come sempre il lavoro paga e la cosa più importante è la crescita che il gruppo ha saputo mostrare nel corso della stagione centrando buona parte dei risultati che erano stati prefissati. L’essere riusciti ad arrivare alla fine di giugno con la forza fisica e la volontà di combattere per il podio è il segno dell’impegno e della costanza mostrata dal gruppo. (n.d.r.)

U16:

Morandini Silvia (alzatrice) / Pedrinelli Carrara Aurora (alzatrice) / Bacci Aurora (centrale) / Morsego Marta (centrale/opposto) / Busetto Alice (centrale) / Aldreghetti Giada (banda) / Sambo Margherita (banda) / Camillo Alessia (banda) / Duso Lisa (banda) / Brianese Martina (banda) / Groppi Beatrice (opposto) / Vianello Eleonora (opposto) / Tonicello Anna (libero) / Burigana Maria Vittoria (libero);

U18:

Bighin Emma (alzatrice) / Bovolenta Beatrice (alzatrice) / Latella Alessandra (centrale) / Premi Marta (centrale) / Tremante MariaChiara (centrale) / Pellegrino Margherita (centrale) / Salvagno Giulia (banda) / Zanchi Lisa (banda) / Fusaro Susanna (banda) / Sbeghen Lorenza (banda) / Dammaggio Valentina (opposto) / Bertolini Lisa (opposto) / Bresolin Elena (libero) / Lama Kezia (libero).

Staff:

Treggia Marco / Teruzzi Laura / Masiero Luca

DSC_8560-26 

Ringraziamenti:

Un sentito ringraziamento va a tutto lo staff societario che si prodiga per tutta la stagione per poter permettere alle squadre di partecipare ai campionati, tornei e quant’altro; dai dirigenti di settore alla direzione passando per la segreteria e tutti i vari addetti.

Un particolare ringraziamento va alla curva, i nostri tifosi che ci hanno seguito nella 3 giorni di gare gioendo e soffrendo per quanto accadeva in campo, ci avete aiutato in tanti modi dagli spostamenti, alla spesa passando per ogni necessità del gruppo… insomma non ci avete mai fatto sentire soli nonostante la distanza da Mestre!

Un grazie particolare va a Francesco, Elena e tutta la Fisiosport Terraglio per la preparazione atletica e per tutti “gli aggiustamenti” necessari nel corso della stagione.

Grazie ad Andrea, Gianluca e Matteo per la logistica ed i trasporti durante il torneo… semplicemente insostituibili!!!

Ed infine grazie al comitato CSI di Venezia ed in particolar modo al Direttore Tecnico Francesco Semenzato che ci ha sempre fatto sentire “importanti” informandosi sull’andamento del torneo e su tutto quello che c’era attorno allo stesso. Ci ha fatto molto piacere! (m.t.)